Meglio tenere d'occhio Carlos Alcaraz: è già il tennista dei record

Meglio tenere d'occhio Carlos Alcaraz: è già il tennista dei record
di

Anche se il Padel è lo sport del momento, non bisogna dimenticarsi del tennis e di ciò che tale disciplina sta regalando ai fan di tutto il mondo. Specie nel 2022, nell’anno del ritiro di Federer e dell’ascesa di nuovi campioni. Su tutti, come dimenticarsi di Carlos Alcaraz, l’uomo dei record?

Il ragazzo spagnolo d’annata 2003 è già nella leggenda, e probabilmente sappiamo tutti perché. Lo US Open del 2022 ha coinvolto chiunque in Italia per la prestazione fenomenale del nostro Jannik Sinner che, ai quarti di finale, ha sfidato il talento di Murcia. È stata proprio quella battaglia a guidare Alcaraz nella storia del tennis, quel singolo match durato cinque ore e quindici minuti. Non è stato un semplice scontro, è stata una delle “guerre” più emozionanti mai viste sulla superficie statunitense e non solo.

La vittoria contro Sinner (6-3, 6-7, 6-7, 7-5, 6-3) di inizio settembre ha reso Alcaraz il tennista più giovane a raggiungere le semifinali del Grande Slam e dello US Open maschile, superando Rafael Nadal e Pete Sampras. La sola presenza a 19 anni, invece, lo ha reso il più giovane a raggiungere i quarti di finale degli US Open per due anni consecutivi. La partita tra i due talentuosi tennisti per poco non diventava la più lunga nella storia degli US Open; il record, oggi, appartiene a Stefan Edberg e Michael Chang, protagonisti di una semifinale durata 5 ore e 26 minuti.

Ma non ci si ferma qui: vincendo il torneo, Carlos Alcaraz è il più giovane numero uno del mondo nella storia dell'ATP. Qualcuno ha paragonato l’amichevole rivalità tra Alcaraz e Sinner a quella tra Roger Federer e Rafael Nadal, ma sembra quasi un errore: qua, ormai, si sta scrivendo una nuova storia che ispirerà altre generazioni e che, magari, diventerà ancor più leggendaria.

A proposito di campioni emergenti del tennis: ecco chi è Andrey Rublev, il giovane tennista che ha battuto Medvedev alle ATP Finals 2022 di Torino.

Quanto è interessante?
2