Sinner può diventare il numero 1 al mondo? I prossimi impegni

Sinner può diventare il numero 1 al mondo? I prossimi impegni
di

La vittoria in finale degli Australian Open da parte di Jannik Sinner ha fatto partire la Sinnermania in tutto il nostro paese, ed ha avvicinato migliaia di utenti ad uno sport che, prima della Coppa Davis, era visto da lontano. Ma il tennista azzurro può diventare il numero uno al mondo?

A fare qualche calcolo ci ha pensato La Gazzetta dello Sport in un articolo a firma di Luigi Ansaloni, che fa qualche previsione sull’attuale numero 4 nella classifica ATP.

Anche dopo la vittoria del suo primo Slam, Sinner è rimasto in quarta posizione con 8310 punti, un record azzurro, ma la differenza con il rivale Daniil Medvedev si è assottigliata ed è di soli 455 punti. Sinner, inoltre, è a 1545 punti dal numero uno del ranking, Nole Djokovic che ha sconfitto in semifinale di Coppa Davis ed in semifinale degli Australian Open.

Come spiegato dalla Gazzetta dello Sport, Sinner dovrebbe difendere a febbraio i 250 punti di Montpellier nel torneo vinto nel 2023, mentre ha già annunciato che rinuncerà al torneo di Marsiglia al via il 5 Febbraio. Questa decisione però non dovrebbe essere un grosso problema alla luce dei numerosi punti nel ranking guadagnati in Australia.

Il tennista altoatesino però è chiamato a difendere i 300 punti della finale di Rotterdam, dove dovrebbe partecipare, ma anche gli ATP 1000 di Indian Wells che valgono altri 360 punti e la finale di Miami 600 punti. Un programma fitto che però dovrà tenere conto anche dei suoi avversari: uno su tutti Alcaraz che è al secondo posto a 1000 punti da Sinner e che ha dalla sua la vittoria di Indian Wells, la semifinale di Miami, la vittoria a Buenos Aires e la finale di Rio De Janeiro. Il tutto al netto di Djokovic, che non sembra intenzionato a mollare.