Sanremo 2024, top e flop della terza serata: Russel Crowe asfalta John Travolta

Sanremo 2024, top e flop della terza serata: Russel Crowe asfalta John Travolta
di

E pure la terza serata di Sanremo 2024 è andata, questa volta con meno polemiche della seconda, anche se ci ha regalato qualche gioia: vediamo allora assieme i momenti top e flop del giovedì, visto che di cose ne sono comunque successe.

Partiamo subito con il momento top di Russell Crowe. Potremmo mettere anche tutta la sua ospitata: divertente, divertita, genuina e senza prendersi troppo sul serio. Ma non possiamo che scegliere l'istante in cui cita John Travolta e mima il gesto del Ballo del Qua Qua, che volevamo di più? Tra l'altro John Travolta non avrebbe firmato la liberatoria per Sanremo 2024.

Ma vogliamo poi parlare dell'energia di Angela Brambati dei Ricchi e Poveri? 76 anni, una carica pazzesca e soprattutto un mettersi in gioco con il Fantasanremo il più possibile. Davvero fantastica.

E chiudiamo con il momento in cui uno dei membri de La Sad "ruba" la borsetta a Giulia Salemi, gesto per fare incetta di punti al Fantasanremo che richiama il momento in cui Piero Pelù aveva "rubato" la borsetta a un'anziana del pubblico nel 2020.

Passando ai flop invece, non bene quando Amadeus a inizio puntata cita l'affaire John Travolta, come a giustificarsi per la brutta figura sul Ballo del Qua Qua, che più o meno tutti in maniera unanime hanno concordato essere stata un momento di pessima televisione.

C'è poi la regia del Festival di Sanremo 2024 che continua a mietere vittime, perdendosi spesso momenti importanti (come era successo a Big Mama e il suo messaggio sociale male inquadrato).

Chiudiamo con i monologhi: Amadeus ci aveva promesso una loro "epurazione" e invece quelli di Teresa Mannino ed Edoardo Leo hanno di nuovo rallentato la serata e fatto perdere interesse per la gara.

E secondo voi quali sono stati i momenti top e flop della terza serata? Diteceli nei commenti, noi vi lasciamo alla nostra top 5 delle canzoni di Sanremo 2024.