New York, inquinamento: altro che automobili, nel mirino i forni per pizza

New York, inquinamento: altro che automobili, nel mirino i forni per pizza
di

L'infinito dibattito tra forno a legna e forno elettrico per la pizza potrebbe presto giungere a un epilogo, perlomeno nella città di New York, dove il sindaco Adams e il suo team hanno promulgato una nuova legge per abbattere le emissioni dei forni per alimentazione.

In particolare, si chiede a bakery e altre attività che utilizzano forni a legna, incluse quindi le pizzerie contemporanee e napoletane, di abbattere le emissioni di fumo e altri inquinanti fino al 75% entro il 27 aprile 2024. Se moltissime attività si sono già adeguate e hanno accelerato il processo di ammodernamento, c'è anche chi non è affatto d'accordo.

Questa misura è indirizzata verso le pizzerie che hanno forni privi di misure di filtraggio e, oltre al breve preavviso, rischia di essere controversa anche per via dei costi di ammodernamento e mantenimento che potrebbero risultare insostenibili per alcune attività economicamente meno brillanti.
Preavviso che, a dirla tutta, ci sarebbe anche stato dal momento che la manovra è in cantiere dal 2016, salvo poi essere bloccata dalla pandemia.

Oltre agli addetti ai lavori, non è mancato il parere contrario anche di personaggi di spicco della società americana. Tra questi, Elon Musk che l'ha definita come una "stupidaggine assoluta che non farà alcuna differenza".

FONTE: repubblica

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi