A Milano chiude lo storico McDonald's di Piazza San Babila: era la 'casa' dei paninari

A Milano chiude lo storico McDonald's di Piazza San Babila: era la 'casa' dei paninari
di

Addio allo storico McDonald's di Piazza San Babila a Milano: il locale, fondato nel 1981 come primo punto vendita della catena di fast-food Burghy, è stato il luogo di ritrovo dei paninari di Milano e la "casa" di tutti coloro che, tra gli anni Settanta e Ottanta, si avvicinavano allo stile e alla cultura paninara, nati proprio nel capoluogo lombardo.

A riportare la notizia è il Corriere della Sera, che spiega che il locale chiuderà definitivamente il 6 dicembre, mentre i lavoratori che vi sono impiegati (35 in totale) saranno riposizionati nei punti vendita di McDonald's più vicini, come quello di Piazza Duomo, che ormai si è sostituito, per popolarità e numero di clienti, a quello "storico" di San Babila.

Ciò che si perderà definitivamente da qui a una settimana, però, è l'eredità storica del fast-food, al centro della scena giovanile meneghina per almeno un decennio e poi rimasto una meta "di culto" per tutti coloro che sono cresciuti con la musica e la moda paninare. D'altro canto, il ristorante è stato fin dalla sua apertura scelto come punto di ritrovo per i paninari milanesi, che lo consideravano lontano e opposto agli epicentri della "Milano da bere" degli anni Ottanta.

Attenzione, però: i paninari non sono nati al Burghy di San Babila, come alcune testate hanno riportato. Il nome stesso della corrente culturale, infatti, deriva dal bar "Al panino", primo luogo di ritrovo di quel gruppo di giovani che si riconoscevano per un abbigliamento e un linguaggio comune, fortemente modellato attorno alle mode americane degli stessi anni e che presto si radicò in buona parte del Nord Italia.

Ma allora perché il McDonald's di San Babila è così importante per la cultura paninara? Il fast-food, anche quando si chiamava semplicemente Burghy, rappresentava un angolo di Stati Uniti in Italia, attirando buona parte della gioventù del tempo non solo per la sua proposta culinaria, ma anche (e soprattutto) grazie all'"aria" che permetteva di respirare: l'America era d'altro canto il punto di riferimento per i paninari, il cui stile di vita, basato sull'apparenza, sul consumo e su dei gusti "americanofili", li portava naturalmente a importare le mode d'oltreoceano.

Quanto è interessante?
1
A Milano chiude lo storico McDonald's di Piazza San Babila: era la 'casa' dei paninari