Com'è fatto l'Anello di Sauron nei film? Non è per tutte le dita!

Com'è fatto l'Anello di Sauron nei film? Non è per tutte le dita!
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Archiviata la prima stagione della serie prodotta da Amazon Prime Video con la nostra recensione de Gli Anelli del Potere, torniamo nella Terra di Mezzo per un viaggio dietro le quinte della trilogia originale.

Tra le migliaia di curiosità e aneddoti dal set dei kolossal firmati da Peter Jackson, tra cui i cinque luoghi da visitare per i fan di LOTR, una potrebbe esservi sfuggita: il vero Anello di Sauron, la sua produzione e... le sue dimensioni!

In effetti, tra Gimli e gli Hobbit da rimpicciolire, Gandalf da ingrandire in loro presenza e intere città e torri riprodotte in scala con altezze fino a 10 metri, i giochi di dimensioni nel mondo cinematografico di Tolkien non sono certamente mancati. Tra questi, l'Anello rappresenta uno dei più inaspettati.

Il regista neozelandese affidò, nel 1999, all'orafo Jens Hansen la responsabilità di produrlo. Purtroppo, l'artigiano ci lasciò prima ancora di poter vedere proiettato il primo capitolo della serie.

Hansen, nel corso della sua collaborazione con Jackson e la Weta, produsse una enorme varietà di anelli di dimensioni e peso differenti, in modo tale da rispettare i giochi di dimensioni necessari a farlo apparire più o meno grande a seconda delle mani che lo impugnavano.

Inoltre, proprio per venire incontro all'urgenza artistica di Jackson e per garantire un'altissima risoluzione nelle riprese, oltre alla presenza scenica necessaria ai suoi splendidi primi piani, Hansen produsse un anello di dimensioni bibliche, che potrete visionare nel video in calce, contenente alcuni preziosissimi dietro le quinte della produzione.

Quanto è interessante?
1