Calcio, arriva il cartellino blu: ecco come funzionano le espulsioni a tempo

Calcio, arriva il cartellino blu: ecco come funzionano le espulsioni a tempo
di

L’IFAB, l’ente indipendente che si occupa di aggiornare le regole del calcio, nella giornata di oggi ufficializzerà il cartellino blu. Si tratta di una nuova sanzione che, come spiega il Telegraph, potranno comminare gli arbitri ai calciatori.

In attesa della spiegazione ufficiale, che è in programma all’IFB il 2 Marzo 2024, sono però già emersi i primi dettagli sul funzionamento di questo nuovo provvedimento, che si andrà ad aggiungere ai cartellini gialli e rossi già usati dagli arbitri durante le partite.

Il cartellino blu, innanzitutto, sarà utilizzabile solo per punire le proteste eccessive dei calciatori: in questo modo si andranno non solo ad azzerare le condotte antisportive, ma si farà in modo che solo il capitano possa parlare con l’arbitro. Il raggio d’azione però dovrebbe essere esteso anche ai falli tattici, che i calciatori “spendono” per bloccare azioni potenzialmente pericolose quando le squadre non sono posizionate correttamente sul campo, come ad esempio per bloccare i contropiedi dopo un calcio piazzato.

I calciatori che riceveranno il cartellino blu dovranno restare fuori dal campo dieci minuti, dopo di che potranno rientrare. Al secondo cartellino blu durante la stessa partita dovrebbe scattare l’espulsione.

Resta da capire quando partirà la sperimentazione ed in quali competizioni. Ovviamente vi aggiorneremo appena emergeranno ulteriori dettagli.