Perché i villain indossano sempre qualcosa di viola, di verde o di nero?

Le scelte di colore dietro alle rappresentazioni dei personaggi del cinema, dai cartoni animati ai film, racchiudono un'analisi psicologica accurata

Perché i villain indossano sempre qualcosa di viola, di verde o di nero?
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Agli appassionati di cinema e di cartoni animati, questo dettaglio non sarà certo sfuggito: i cattivi vengono sempre rappresentati con gli stessi colori. Viola, verde e nero sono la triade di colori principali scelti per raffigurare e adornare i personaggi antagonisti, tra mostri, animali ed esseri umani.
D'altro canto, per i protagonisti vengono riservate nuance più delicate e avvincenti, come il rosa o l'azzurro per le principesse, oppure i tre colori primari per gli eroi. Ma c'è un perchè di questa scelta, ed è racchiuso in un'interpretazione psicologica per niente banale.

I colori preferiti dei protagonisti

Tutti i colori lanciano un messaggio, e le scelte cromatiche degli animatori non sono mai lasciate al caso. Cosa significa l'abito giallo, blu e rosso di Biancaneve? Il primo film d'animazione della Disney, presentato nel 1937, riveste la protagonista con i colori primari: la gonna di Biancaneve è lunga e giallo pastello, mentre il corpetto presenta varie sfumature di blu e dettagli rossi, che foderano anche il mantello.

Giallo è anche il celebre abito di Belle di "La Bella e La Bestia", il vestitino sfrangiato di Pocahontas e la camicetta di Woody in "Toy Story". Ma cosa rappresenta questo colore? Da sempre, il giallo è sinonimo di gioia, felicità ed energia, e si combina al senso di fiducia e giustizia che infonde il blu e quella carica di passione e forza donata dal rosso. I colori primari, se dosati nel modo giusto, offrono il display di un perfetto protagonista colmo di valori positivi e di forza interiore. Oltre ad una scelta stilistica d'impatto, anche la tuta di Spider Man, rossa e blu, rappresenta in pieno i valori morali del benefattore. Iron Man, inguaribile ottimista, ha un'armatura gialla e rossa, mentre i tre colori primari rivestono per intero la tuta con mantello di Superman. E che dire dei pesciolini protagonisti di "Alla Ricerca di Nemo"?

I cattivi non si smentiscono mai

Avete mai visto un villain vestito di giallo? Sicuramente c'è qualche eccezione, ma i cattivi dei film e dei cartoni animati prediligono, di gran lunga, il viola e il verde.

Per non parlare del nero, simbolo di morte, mistero ed eleganza, che rimane la scelta più azzeccata per ogni antagonista che si rispetti. Viola, verde e nero, combinati in modo differente in base a film ed epoca, sono i colori preferiti di Joker, che sfoggia i suoi completi sartoriali declinati in queste tre emblematiche colorazioni. È vero, il Joker di Joaquin Phoenix indossa un abito rosso e giallo...Ma è davvero un antagonista?
Il verde, soprattutto nella sua nuance più acida che si traduce in invidia, per il mondo dei cartoni animati è sempre stato strettamente collegato al male. Gli occhi di Scar ne "Il Re Leone", le fiamme verdi che circondano Malefica, oppure il costume di Poison Ivy sono solo alcuni esempi lampanti. Ma l'assoluto protagonista, oltre al nero, è decisamente il viola: basti pensare ai tentacoli di Ursula, al cappellino di Waluigi, al tuxedo cromato di Mr. Glass di "Unbreakable" e ai capelli di Jesse e James del Team Rocket. Il viola esprime ambizione, potere e malizia, e non c'è colore più adatto per descrivere i tratti principali degli antagonisti più famosi.

Ma c'è qualche eccezione

Il verde non corrisponde solamente all'avidità e all'invidia, così come il rosso non significa solo amore, forza o passione. Un esempio emblematico è Ariel, protagonista de "La Sirenetta", associata al colore verde per la sua coda da sirena. Per lei - così come per Mulan, Peter Pan e Quasimodo - il verde significa speranza e cambiamento, e tutti e tre mettono in atto un vero e proprio percorso di formazione durante il racconto.

Così come per Hulk, che lotta contro la sua natura mostruosa, o Beast Boy, che al verde combina perfino la tutina viola e nera. Ma non c'è nessuno di più simpatico di lui! Viceversa, il rosso a volte può simboleggiare rabbia e sete di sangue. È il caso di Capitan Uncino, la Regina di Cuori e la fluente chioma di Hisoka di "Hunter x Hunter".
Ma anche Crudelia De Mon, viziata e spietata, indossa una lunga pelliccia foderata di rosso! La scelta del colore non è mai casuale e contribuisce a creare un'iconografia che, pur senza gesti o parole, ci riconduce immediatamente alle emozioni che il regista ci vuole far suscitare. Dopotutto, il colore è uno dei mezzi di comunicazione più potenti ed istantanei, che influenza significativamente l'umore e lo stato d'animo di chi lo osserva o di chi lo indossa.