Proviamo le Urbanista Seoul: tanto stile e bassa latenza per il gaming

Abbiamo provato i nuovi Urbanista Seoul, auricolari True Wireless a bassa latenza perfetti per giocare in mobilità con stile.

Proviamo le Urbanista Seoul: tanto stile e bassa latenza per il gaming
Articolo a cura di

Dopo l'uscita delle primissime Airpods di Apple a fine 2016, il mercato si è riempito di auricolari True Wireless con custodia di ricarica. Da allora abbiamo provato modelli di ogni tipo e genere, appartenenti a fasce di prezzo molto differenti fra loro, il prodotto di cui vi parliamo oggi però ha una grande particolarità.
Sono sempre auricolari True Wireless con il loro case di ricarica, la loro specialità però è rappresentata dalla velocità di collegamento: il bassissimo lag fra gli auricolari e il telefono rendono le Urbanista Seoul dei True Wireless perfetti per il mobile gaming. Scopriamole approfonditamente nella nostra recensione.

Alla scoperta delle Urbanista Seoul

Non è certo la prima volta che trattiamo prodotti Urbanista (proviamo le Urbanista Los Angeles a energia solare), si tratta del resto di un'azienda svedese con sede a Stoccolma fondata nel 2010 che negli anni è diventata famosa per i suoi prodotti "urban" e "lifestyle".

Prodotti per l'ascolto della musica ovviamente, come pure le nuove Urbanista Seoul. Il nostro viaggio parte ovviamente dal principio, ovvero dalla confezione: le Seoul si presentano in una elegante confezione cartonata che riduce all'osso l'uso della plastica (fatta eccezione per l'involucro protettivo che avvolge il case degli auricolari). All'interno troviamo, al di là dei due auricolari e del case di ricarica/trasporto, un cavetto per la ricarica USB-C, una guida rapida all'uso delle Seoul e un set di gommini di diverse dimensioni (in totale abbiamo gommini S, M e L). Le Urbanista Seoul infatti sono auricolari in-ear, dunque si indossano direttamente all'interno dell'orecchio; non ci sono funzioni di cancellazione del rumore, i gommini in silicone però forniscono comunque un buon isolamento naturale. In confezione non troviamo altro, l'esperienza va però completata con l'applicazione per smartphone di Urbanista, fondamentale per accedere ad alcune funzioni specifiche delle Seoul.

Continuiamo proprio parlando dell'applicazione: su iPhone appare davvero ben fatta e aggiornata per supportare l'alta risoluzione degli ultimi prodotti della mela. Al suo interno possiamo gestire diversi preset dell'equalizzatore (ne abbiamo in totale 4+1 normale, manca purtroppo un equalizzatore manuale), le gesture touch, impostare lo spegnimento automatico dopo 30 minuti di inattività per preservare la carica della batteria e switchare dalla modalità di ascolto normale a quella Gaming.

È proprio la Gaming Mode a rendere le Urbanista Seoul davvero particolari: questa modalità riduce il lag di trasmissione e migliora l'esperienza utente mentre si guardano dei film oppure - com'è facile intuire - mentre si utilizzano videogiochi in mobilità, senza inficiare la qualità audio. Se siete videogiocatori incalliti, gli auricolari Seoul diventeranno i vostri migliori amici, del resto promettono una latenza di appena 70 ms in Gaming Mode grazie al Bluetooth 5.2.

Nessun problema neppure sul fronte dell'autonomia: non avendo funzioni di cancellazione del rumore, la batteria di ogni singolo auricolare può fornire energia per 6-7 ore. In totale, grazie alla batteria extra stipata nel piccolo case di ricarica, è possibile arrivare a circa 29-30 ore di utilizzo (dichiarata 32 ore). Sono dati ottimi, soprattutto se si pensa che gli auricolari offrono funzionalità touch e il microfono è capace di cancellare i rumori in fase di chiamata/videochiamata, con gli interlocutori che sentono abbastanza bene la nostra voce anche in ambienti mediamente rumorosi.

Le Urbanista Seoul sono dunque degli auricolari True Wireless davvero versatili, inoltre sono compatibili con gli assistenti vocali Siri e Google Assistant. Guardando al case di ricarica, abbiamo già accennato alla porta di ricarica USB-C, dunque in viaggio vi basta portare un solo cavo e un solo caribatterie sia per il telefono che per le Seoul. Sul case figurano quattro LED bianchi che indicano la carica residua, inoltre avete la possibilità di ricaricare il tutto wireless, senza alcun filo. Sul fronte delle funzionalità dunque non abbiamo davvero nulla da recriminare, manca solo la cancellazione del rumore. Anche i materiali ci sono piaciuti, case e auricolari sono realizzati con un'ottima plastica rigida che restituisce una buona sensazione di robustezza. Ma come suonano le Urbanista Seoul?

Come suonano le Urbanista Seoul

Arriviamo così a parlare di un aspetto chiave: il suono. Spesso il design minimalista dei prodotti Urbanista tende a sacrificare leggermente i bassi, in questo modello invece i bassi sono quasi preponderanti senza impostare alcun preset dell'equalizzatore. La società svedese ha puntato molto sulle basse frequenze e le Seoul sapranno soddisfare senza problemi i giovani che ascoltano molto pop, rap e dance. Anche con brani rock e jazz però gli auricolari sanno dare il giusto colore al suono, e per il prezzo che costano è un'ottima sorpresa. Forse gli alti non sono particolarmente cristallini e con alcuni brani tendono a impastarsi leggermente, mentre i medi sono un po' spenti e piatti, in generale però possiamo ritenerci soddisfatti.

Del resto le Urbanista Seoul costano di listino 89,90 euro e presso le grandi catene di elettronica si possono già trovare a meno, un prezzo eccellente visto ciò che offrono - bassi corposi, controlli touch su entrambi gli auricolari e una modalità gaming da appena 70 ms di latenza. Il tutto per circa 30 ore di riproduzione, se si conta anche l'energia all'interno del case. Il design inoltre è comodo da indossare, gli auricolari infatti poggiano sull'orecchio e si bloccano in maniera alquanto naturale, quasi come fossero delle AirPods Pro (cosa manca alle Apple AirPods Pro 2?). Probabilmente a Urbanista non si poteva davvero chiedere di più.